Concluso primo modulo osservatore valanga

Studio delle precipitazioni nevose e delle sue possibili conseguenze

24 febbraio 2019 - Tre giorni per i tecnici dei Sevizi regionali del Soccorso Alpino Basilicata, Puglia, Calabria e Campania dedicati allo studio delle precipitazioni nevose e delle sue possibili conseguenze svolto nello splendido scenario delle montagne del Pollino.

Con parte teorica in aula e pratiche su manto nevoso con rilevazioni delle sue caratteristiche: densità, temperatura, forma cristallina ecc che influenzano la stabilità del manto stesso e che potrebbero portare a fenomeni valanghivi.
Il rilievo sistematico di questi dati in abbinamento a quelli meteorologici e morfologici del territorio su cui sono avvenute le precipitazioni nevose hanno lo scopo di informare sul cosiddetto rischio valanga e permettere una fruizione più consapevole della montagna.

Con l'evidente aumento degli utenti, negli ultimi anni, della nostre montagne soprattutto in ambiente nevoso questo corso è un mezzo importante per la prevenzione.
A condurre l'aspetto formativo gli istruttori dello Svi, Servizio Valanghe Italiano del CAI.